Fossano

 

MONUMENTI:

 

Castello dei Principi d'Acaja

Monumento rilevante per la storia della città di Fossano è lo splendido Castello dei Principi d'Acaja che si affaccia imponente nella piazza omonima. Il castello venne eretto nel 1324 a scopi difensivi nel cuore del vecchio borgo per volontà di Filippo I. Nel corso del XV secolo vennero edificati l'aula magna o sala del trono, la stanza del principe, la cappella, le cantine ed infine, il giardino con il portico a pilastri in marmo bianco con i capitelli scolpiti da Gaspare Solari.

 

 

Chiesa dei Battuti Neri

Altra chiesa di Fossano di importante interesse storico è la Chiesa dei Battuti Neri. Dapprima utilizzata dai frati Agostiniani, questa costruzione seicentesca divenne poi sede della confraternita laica dei Battuti Neri, una delle tre congregazioni fossanesi dedite alle opere caritatevoli. In modo specifico, la confraternita dei Battuti Neri, chiamati così dal colore della loro veste, si dedicava ad assistere i prigionieri in carcere e i condannati a morte.

 

Chiesa Gonfalone

Questo caratteristico tempio era il centro delle attività della confraternita laica fossanese dei battuti Bianchi, il cui nome derivava dalla tinta del loro saio. Delle tre congregazioni religiose che a Fossano si occupavano di opere caritatevoli, quella dei battuti bianchi era dedita alla raccolta di denaro che serviva al riscatto dei cristiani catturati dai mori e dai turchi.

 

Chiesa San Filippo Neri

Altro monumento rilevante di Fossano è la storica Chiesa di San Filippo Neri, situata al centro dell’originario Borgo Vecchio, caratterizzato dalle antiche case basse. Il semplice ma maestoso tempio venne edificato sulle fondamenta di una precedente chiesa eretta su progetto del Boetto nel 1651, nel cuore del primo nucleo abitativo fossanese.

 

Duomo

Il Duomo, o Cattedrale di San Giovenale, è la chiesa principale di Fossano, situata nel cuore della città a lato della piazza Manfredi. Intitolato al santo patrono della città, il tempio di gusto neoclassico dall’imponente prospetto costruito nel caratteristico mattone a vista piemontese venne a prendere il posto della preesistente chiesa del Duecento. L’apparato decorativo è costituito da dipinti importanti, come i lavori del Claret e del Boetto e le pitture ad affresco ottocentesche di Davide Ortori, Luigi Hartman e Domenico Mossello. Il duomo conserva le spoglie sacre di San Giovenale, santo protettore di Fossano. Infine vi è la splendida torre campanaria, risalente al XV secolo

 

Palazzo Comunale

Si ha notizia che la costruzione originaria era dotata di una torre, detta la bicocca, che andò distrutta in un incendio alla fine del XVII secolo e, quindi, il palazzo, come lo vediamo oggi, è il risultato di opere di riedificazione avvenute nel XVIII secolo sui resti dell’edificio più antico. All’interno del palazzo spicca la Sala Rossa decorata, a cavallo fra il Settecento e l’Ottocento, da un pittore anonimo.

 

Palazzo del Comandante

Di primario interesse storico per la città di Fossano è il palazzo del comandante, situato in pieno centro storico vicino al Duomo. Il suo appellativo proviene dal suo essere stato dimora del comandante della fortezza fossanese nel periodo in cui la città era dotata di mura difensive. Risalente al Seicento, la roccaforte si presenta come edificio in stile barocco.

 

Palazzo Santa Giulia

Imponente palazzo medioevale, il Palazzo Santa Giulia di Fossano rappresenta tuttora un’attrattiva storica della città piemontese. Dall’iscrizione collocata sopra la monofora visibile da via Mazzini, si evince che il palazzo fu eretto nel XV secolo. Esso segue la classica tipologia del palazzo nobiliare con gli eleganti saloni al primo piano ed al piano superiore le stanze per la servitù: verso via Roma sono collocate quattro sale delle quali quella munita di terrazzo spicca per i preziosi stucchi risalenti ad un periodo compreso fra la metà del XVI e il XVII secolo.

 

Piazza del Salice

Luogo storicamente centrale a Fossano è la suggestiva Piazza del Salice, dove era collocato uno degli ingressi alla cittadina. Infatti, la cosiddetta porta del Salice, il cui nome derivava dalla Chiesa posta di fronte e dal Terziere omonimo, rappresentava una delle quattro porte poste lungo la cinta muraria. In epoca medioevale il borgo di Fossano era integralmente recintato da mura, costruite già dal 1550 per volontà di Carlo V. Risale, infatti, alla prima metà del Cinquecento l’edificazione del Bastione a mero scopo militare e difensivo.

 

Santuario Madre della Divina Provvidenza

Importante luogo di culto mariano della città di Fossano è Chiesa della Madonna della Divina Provvidenza, situata nella località di Cussanio. Conosciuto anche come Santuario Madre della Provvidenza, fu eretto in seguito a due comparizioni della Santa Vergine verificatesi nel 1521. La costruzione oggi presenta un prospetto in granito, una pianta a tre navate e due torri campanarie simmetriche. Tra le decorazioni interne spiccano quelle della cupola raffiguranti episodi di vita della Vergine ma soprattutto le pitture murali di Giuseppe Rollini e le due preziose tele, imperniate sulla Madonna contornata da santi, di Giovanni Claret e di Claudio Francesco Beaumont. Infine, posta al di sopra dell’altare principale vi è il dipinto che illustra la Madonna della Provvidenza o Miracolo delle Apparizioni, opera del 1656.

 

 

Nei dintorni di Fossano vi segnaliamo inoltre :

 

Sito Archeologico di Bene Vagienna

A pochi minuti da Fossano si trova questa “chicca” da non perdere assolutamente

A 3 chilometri da Bene Vagienna, nella frazione di Roncaglia, vi è la zona archeologica di Augusta Bagiennorum, fondata nel I secolo a.C. sulla strada delle Gallie ed abbandonata nella seconda metà del IV secolo, quando venne costruita la città di Bene Vagienna. Sono visibili i resti del teatro, di un portico e di una basilica paleocristiana.

 

Sinagoga di Cherasco

Merita davvero una gita, nella deliziosa cittadina di Cherasco, questa Sinagoga, sita nel piccolo ghetto cittadino. è stata restaurata in modo egregio ed è molto ben tenuta.

 

Museo della magia ( cherasco)

Don Silvio Mantelli, il Mago Sales, ha fondato questo museo dedicato alla prestidigitazione. Contiene oggetti e strumenti di spettacolo, postazioni audiovisive e una biblioteca vastissima. Adatto a grandi e bambini.

 

Museo archeologico di Bene Vagienna

Il museo si trova nel settecentesco palazzo Rorà e raccoglie le antichità trovate nel sito di Augusta Bagiennorum. Si possono ammirare frammenti di marmi, capitelli, terracotte, bronzi e sculture oltre a documenti storici locali.

 

 

 

MANIFESTAZIONI:

 

Fossano è altresì famosa per due manifestazioni di rilievo che si svolgono durante l'anno:

 Mirabilia:

Nel mese di giugno si svolge il Festival Internazionale di Teatro Urbano Mirabilia: nelle principali piazze e vie del centro si esibiscono compagnie di artisti di strada provenienti da tutto il mondo: attori, suonatori, ballerini, cantanti eseguono performance originali e bizzarre.

Nata di recente, in pochi anni ha raggiunto fama internazionale. Vi partecipano artisti di strada di tutto il mondo e in quei 5 giorni Fossano è meta di turisti che arrivano da tutt'Italia per assistere agli spettacoli quasi tutti gratuiti (e parliamo di circa una cinquantina di performance ogni giorno!). La caratteristica che lo rende piacevole è che gli spettacoli si svolgono praticamente in tutto il centro storico, facendo si che un visitatore passeggiando per la città si possa gustare tutti gli eventi.

Inoltre così facendo, nonostante le migliaia di spettatori, il pubblico è distribuito per tutto il centro storico creando un ambiente allegro ma mai confusione.

 

Il Palio di Fossano

L'altra manifestazione è invece una rievocazione storica ed ha quasi 500 anni di vita. Molto sentita dai fossanesi, è piacevole da vedere anche per i turisti: l'atmosfera è quella tipica del palio con la partecipazione degli abitanti dei vari borghi cittadini.

Essa si svolge a fine giugno e la sua nascita risale al 1961.

Il Palio ricorda eventi realmente accaduti nel 1585 quando il Re Carlo Emanuele I e la sua sposa passarono a Fossano durante il viaggio di nozze; furono accolti con grandi festeggiamenti. Quei fatti e le immagini descritte da un cronista del tempo vengono riprodotte durante il palio: i rappresentanti delle frazioni di Borgo Vecchio, Borgo Nuovo, Borgo Piazza, Borgo S. Bernardo, Borgo Salice e dal 2001 Borgo Romanisio si riuniscono in una sfilata in costume.

 

 

Buona visita!!!!!

AFFITTA BELLISSIME BICICLETTE PER LE TUE PASSEGGIATE!