VALLE GESSO

 

La Valle Gesso inizia poco oltre l’abitato di Borgo San Dalmazzo e prosegue verso Valdieri dove si biforca nei valloni di Entracque e Terme di Valdieri.

Si entra qui nel Parco Naturale delle Alpi Marittime, la più estesa area protetta piemontese, dove grazie alla sua posizione particolare soggetta alla brezze marine, crescono piante mediterranee, come il ginepro fenicio ed una trentina di specie botaniche endemiche, come la sassifraga florulenta. Il Parco confina ed è gemellato con il Parco Nazionale del Mercantour, in territorio francese, con cui porta avanti progetti di sviluppo di ampio respiro, come la reintroduzione del gipeto e la salvaguardia del lupo.
Grazie alla storica presenza in valle di una riserva reale sabauda di caccia, l’ambiente floro-faunistico si è preservato meglio che altrove e non è raro avvistare esemplari di camosci e stambecchi. Ancora oggi le tracce della presenza della famiglia reale (come le case di caccia) abbelliscono varie località. Da metà Giugno a metà Settembre meritano una visita le Terme di Valdieri: quì, a circa 1400 m di quota, sgorga acqua sulfurea calda che viene utilizzata sotto diverse forme (acque minerali, alghe o grotte) per la cura di un ampio ventaglio di disturbi.


Entracque è una vivace località posta a poco meno di 1000 m nell’omonimo vallone. Centro di vacanza estivo ed invernale, offre piccoli gioielli d’arte, come la parrocchiale di S. Antonino Martire del XVI secolo, l’omonima fontana e il Museo di Arte Sacra, e l’interessante Centro Faunistico Uomini e Lupi, inaugurato nel 2010. Nella stagione invernale, i prati ed i pendii si trasformano in piste da sci alpino e sci di fondo. Numerosi sono i percorsi "fuori pista" da affrontare solo se esperti e dotati dei necessari dispositivi di sicurezza. Nel comune di Entracque sorge la centrale Luigi Einaudi, il maggior impianto idroelettrico d’Italia e uno dei maggiori in Europa. L’impianto si compone di tre spettacolari invasi, due totalmente artificiali (il lago Chiotas e quello della Piastra) ed uno ricavato con minori opere sul preesistente Lago della Rovina: una visita guidata, completamente gratuita, permette di visitare l’interno della centrale sotterranea a bordo di un trenino elettrico (Info: tel. +39 0171 978811)

Entracque, Chiesa di Sant'Antonino Martire



La Valle Gesso è particolarmente attrezzata per l'escursionismo alpino, grazie ad un'articolata distribuzione di rifugi, campeggi e alberghi, collegati da una rete di sentieri di varia difficoltà. Lo sguardo al crinale corre tra cime che superano i tremila metri: Clapier, Gelas, Matto, Argentera, Corno Stella sono montagne di grande soddisfazione alpinistica, scalate già nell’Ottocento da alpinisti nizzardi accompagnati da guide locali.

Per quanto riguarda i prodotti tipici ricordiamo la produzione casearia, la coltivazione di patate di Entracque e la tradizione gastronomica di Roaschia, nota anche per l'allevamento di una particolare razza ovina da latte, la pecora "frabosana-roaschina".



Come si arriva:
Per chi percorre l'autostrada A6 Torino-Savona uscita ai caselli di Mondovì o Cuneo, poi proseguire per Cuneo/Borgo S. Dalmazzo e da qui seguire le indicazioni per la valle Gesso.
Per chi arriva dal colle di Tenda, discesa lungo la valle Vermenagna fino a Borgo S. Dalmazzo e da qui seguire le indicazioni per la valle Gesso.

Fiere e manifestazioni

  • Entracque – Fiera della Patata – Settembre

  • Entracque – Madona das Cuiette – Dicembre

  • Valdieri – Carnevale Alpino con l’Orso di Segale – Marzo

  • Valdieri – Fraz. Sant'Anna – Festa della Segale – Agosto

  • Valdieri – Anan a balar cun Masche e Servan – Settembre

    Ufficio Turistico di Entracque
    Piazza Giustizia e Libertà, 3 - 12010 ENTRACQUE
    (aperto solo fine settimana, vacanze natalizie e estive)
    Tel. +39 0171 978616 - Fax +39 0171 978991



Lago Chiotas e Rifugio Genova

 

AFFITTA BELLISSIME BICICLETTE PER LE TUE PASSEGGIATE!